Donazioni

AIUTACI AD AIUTARTI

Il K9 Rescue dipende sui contributi volontari e le donazioni per il suo sostentamento

Abbiamo bisogno del tuo supporto

clicca qui per donare

Anteprima immagine

in alternativa si può effettuare un bonifico bancario su queste coordinate

 IBAN IT59P0617503272000000233180

Banca Carige S.p.A.

intestato a K9 Nucleo Emergenza Costiera

agenzia Roma 12

C/c 2331.80

ABI 06175

CAB 03272

CIN  P

GRAZIE A TUTTI PER IL VOSTRO SUPPORTO

Deducibilità Erogazioni Liberali

L’articolo 14 del decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35 convertito con modificazioni dalla legge 14 maggio 2005 n.80, consente di dedurre le erogazioni liberali in denaro o in natura erogate da persone fisiche o da enti soggetti all’imposta sul reddito delle società in favore di organizzazioni non lucrative di utilità sociale, e quindi anche di associazioni di volontariato purchè iscritte negli apposti registri.

Tale deduzione è ammessa nella misura del 10% del reddito complessivo dichiarato dal soggetto erogatore e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui.

Alcune delucitadioni riguardo le agevolazioni fiscali previste dalla normativa vigente.

Per effetto del cosiddetto decreto sulla competitività, a partire dal 17 Marzo 2005, le persone fisiche e gli enti soggetti all’IRES, in particolare società ed enti commerciali e non commerciali, possono dedurre dal reddito complessivo, in sede di dichiarazione dei redditi, le liberalità in denaro o in natura erogate a favore delle ONLUS, nel limite del 10% del reddito dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui (più specificatamente, l’erogazione liberale è deducibile fino al minore dei due limiti).

La nuova normativa, oltre ad innalzare i limiti dell’importo che beneficia della defiscalizzazione, ha introdotto la possibilità, per le persone fisiche, di “dedurre” dal reddito la donazione effettuata a favore di Onlus che possiedono i requisiti prescritti;K9 RESCUE Onlus di diritto ex L.266/91 rientra in questa categoria di enti.
Va precisato che le agevolazioni introdotte nel 2005 non sostituiscono le precedenti, piuttosto si affiancano ad esse; rimane comunque esclusa la possibilità di cumulare i due benefici.

Sostanzialmente la nuova normativa prevede quanto segue:

Le persone fisiche possono:
·        dedurre le donazioni effettuate a mezzo di banca o carta di credito o in natura, ai fini dell’imposta diretta nei limiti del 10% del reddito con un massimo di 70.000 euro (art. 14, comma 1, Decreto Legge 35/05, convertito in legge n.° 80 del 14/05/2005).
·        Oppure detrarre dall’imposta lorda il 19% dell’importo donato fino ad un massimo di 2.065,83 euro (art. 15-bis del D.P.R. 917/86). E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la legge 6 luglio 2012 n. 96: dall’attuale 19% si passa al 24% per l’anno 2013 e al 26% a decorrere dall’anno 2014, quote equiparate a quelle per le erogazioni liberali ai partiti.

Le imprese possono:
·        Dedurre le donazioni effettuate a mezzo di banca o carta di credito o in natura, ai fini dell’imposta diretta nei limiti del 10% del reddito d’impresa dichiarato con un massimo di 70.000 euro annui (art. 14, comma 1, Decreto Legge 35/05, convertito in legge n.° 80 del 14/05/2005).
·        Oppure dedurre la donazione in contanti per un importo non superiore a 2.065,83 euro o al 2% del reddito d’impresa dichiarato (art. 100 comma 2 del D.P.R. 917/86).

Le suddette detrazioni e deduzioni non sono cumulabili.

Per evidenziare i benefici introdotti dalla nuova normativa, riportiamo di seguito alcuni esempi riferiti a tre ipotetiche tipologie di reddito (persone fisiche), sulla base delle aliquote in vigore dal 01/01/2007, tenendo in considerazione la legge 6 luglio 2012 n. 96: per quanto riguarda la detrazione si passa dal 19% al 24% per l’anno 2013 e al 26% a decorrere dall’anno 2014, quindi per redditi inveriori a 15.000 euro seppur di poco, dal 2014 la detrazione risulta conveniente.

Scaglione annuale(€)
dal 01/01/2007

Aliquota

Fino a 15.000,00

23%

Da 15.001 a 28.000

27%

Da 28.001 a 55.000

38%

Da 55.001 a 75.000

41%

Oltre 75.000,00

43%

Art 14, L 80/2005  in caso di Deduzione,

Reddito presunto

Massimo deducibile

Max Beneficio Fiscale

Beneficio Fiscale riferito a 100 €

Netto versato ogni 100 €

Maggior beneficio rispetto alla legge 6 luglio 2012 n. 96 (detrazione del 26%)

14.800 €

1.480 €

340,00 €

23 € (23%)

77 €

-3 € (ogni 100 €)

26.500 €

2.650 €

715,50 €

27 € (27%)

73 €

+1 € (ogni 100 €)

34.200 €

3.420 €

1299,90 €

38 € (38%)

62 €

+12 € (ogni 100 €)

Per usufruire di queste agevolazioni fiscali è sufficiente conservare la ricevuta del versamento effettuato, la quale non dovrà essere allegata alla dichiarazione dei redditi, ma conservata a parte per poterla esibire in caso di successivo controllo.
Per “ricevuta del versamento” si intende, ad esempio, la ricevuta del c/c postale rilasciata dalle Poste, l’estratto conto bancario, da cui risulta l’addebito per il contributo inviato tramite assegno o carta di credito, la ricevuta rilasciata dalla banca per un bonifico o per l’emissione di un assegno circolare.

Per ulteriori informazioni ed approfondimenti vi invitiamo a prendere visione
della Guida redatta dall’Agenzia delle Entrate

http://www.agenziaentrate.it/ilwwcm/resources/file/eb0e7801fbda863/guida_erogazioni.pdf

Grazie in anticipo per un vostro eventuale sostegno.

Tra la gente , per la gente

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: